Scuola Argentina

banners-lungo-scarica-dom-adesione1-300x52 chiedi-maggiori-informazioni-300x52

STATO: attivo
QUOTA: 18 euro mensili
AREA DI INTERVENTO: istruzione
PAESE DI INTERVENTO: Argentina
ANNO DI AVVIO: 2002
PARTNER LOCALE: Recreando
REFERENTE: Viviana Ledesma

STORIA

San Francisco Solano è uno dei quartieri più poveri e sovraffollati della cintura urbana di Buenos Aires e non è in grado di offrire opportunità di lavoro per gli adulti e strutture sociali adeguate per i giovani. La disoccupazione e la dispersione scolastica sono molto diffuse. L’elevato indice di delinquenza rappresenta una minaccia quotidiana per i giovani costretti a vivere nelle strade. Nel 2002, due giovani assistenti sociali argentine, Lucia Conte e Viviana Ledesma, coinvolsero 23 volontari argentini nel “Progetto Recreando”, per offrire un luogo di ricreazione e contenimento presso la scuola Pedro de Vega. Per sostenere questa iniziativa, nell’agosto 2002 è partito il progetto di sostegno a distanza MAIS Onlus in collaborazione con la scuola primaria che, a sua volta, mette a disposizione i locali per le varie attività.


OBIETTIVI

L’intervento di MAIS Onlus in Argentina intende:

  • offrire ai giovani un’alternativa sicura alla strada, permettendo loro di studiare;
  • valorizzare gli studenti meritevoli permettendo loro di conseguire borse di studio attraverso il sostegno a distanza;
  • sensibilizzare adolescenti e ragazzi sulle più scottanti tematiche sociali attraverso la proposta di momenti condivisi di dibattito (bullismo, sessualità, ecc);
  • offrire l’opportunità di imparare un mestiere attraverso la proposta di laboratori professionali (artigianato, corsi per elettricisti, patchwork e macramé);
  • riscoprire e apprezzare i valori dell’eredità folkloristica argentina e rafforzare il senso di appartenenza alla cultura nazionale attraverso la proposta di laboratori di folklore;
  • sviluppare l’autocontrollo dei ragazzi, favorire la socializzazione e l'autostima attraverso discipline sportive come il Taekwondo, molto popolare in Argentina, e la zumba ;
  • favorire la partecipazione delle famiglie e individuare promotori all’interno della comunità per estendere le attività del progetto a tutto il quartiere.

TRAGUARDI

Dal 2002 il progetto Recreando ha consentito lo studio a 138 studenti.
In un contesto in cui il tasso di abbandono scolastico è molto alto, i ragazzi del progetto hanno raggiunto risultati incredibili:
34 di essi hanno addirittura conseguito la laurea!

32 è il numero dei ragazzi che ha conseguito un diploma e 4 di loro hanno proseguito e hanno conseguito un’ulteriore specializzazione.
Il numero di studenti che ha trovato lavoro grazie agli studi conseguiti è pari a 22.
Oggi 3 ragazzi stanno frequentando l’Università e 1 l’Istituto Superiore per diventare insegnante di educazione fisica.

Grandi soddisfazioni sono arrivate anche dalla Comunità in cui il Progetto opera: nel 2011 la municipalità locale ha offerto la collaborazione di due professori di educazione fisica per le attività di pallamano e pallavolo, come riconoscimento della qualità del progetto. Insegnanti locali hanno anche collaborato allo svolgimento di corsi professionali

Dal 2015 anche la dottoressa Chaska Roche Benitez ha iniziato a collaborare con Recreando attraverso il Progetto Sorriso, che offre ogni anno un ciclo completo di cure odontoiatriche a beneficio di circa 170, tra bambini ed adolescenti.
I ragazzi di Recreando hanno tagliato traguardi ammirevoli anche in campo sportivo: i fratelli Gisel e Nestor Pogonza, entrambi membri della nazionale argentina di Taekwondo, hanno vinto due medaglie d’oro rispettivamente ai Campionati Continentali in Cile del 2009 e agli Open Internacional sudamericani del 2018. Inoltre due ragazze del taekwondo sono in corsa per partecipare ai giochi della gioventù che si dovrebbero tenere a Dakar nel 2022. Per le attività svolte in favore della comunità di San Francisco Solano, il Consiglio Municipale di Almirante Brown ha riconosciuto nel maggio del 2019 il progetto Recreando come associazione di interesse municipale.

NECESSITÀ

MAIS Onlus sostiene oggi 41 studenti argentini. Tuttavia, i volontari che si prendono cura dei ragazzi affermano di poter seguire fino a 50 beneficiari del sostegno a distanza. Nei prossimi anni, dunque, l’intervento di MAIS Onlus in Argentina si propone di aumentare il numero di ragazzi sostenuti per sfruttare al massimo le preziose risorse messe a disposizione dai volontari. È possibile sostenere un ragazzo versando tre quote mensili da 18 euro ciascuna, le quali possono essere ripartite tra più donatori. Ciascuna quota garantisce il pagamento del materiale scolastico, delle spese di trasporto per la scuola o l’università e le attività del centro, destinate ad un centinaio di persone tra ragazzi e adulti.

banners-lungo-scarica-dom-adesione1-300x52 chiedi-maggiori-informazioni-300x52