Pre-loader

Casa Madagascar

Casa Madagascar

Casa Madagascar

MAIS opera in Madagascar dal 1994 per favorire la scolarizzazione di bambini provenienti da famiglie con scarso reddito. La Casa di Accoglienza Tsinjo Lavitra, aperta nel 2002, nasce per offrire un luogo protetto e sicuro agli studenti provenienti dalle zone rurali che sono costretti a trasferirsi in città per frequentare le scuole. La Casa è in grado di ospitare temporaneamente anche bambine/i le cui famiglie stanno attraversando un periodo critico a causa di problemi di salute oppure di tensioni tra i genitori. È dotata di 13 stanze e può accogliere fino a 22 studenti durante l’intero periodo scolastico.

 

madagascar

AREA DI INTERVENTO: Protezione
LUOGO DI INTERVENTO: Ambohimena – Antsirabè (Madagascar)
ANNO DI AVVIO: 2004
PARTNER LOCALE: Tsinjo Lavitra
REFERENTE: J. François Ratsimbazafy
RESPONSABILE IN ITALIA: Anna Bartoloni
BENEFICIARI: 22 ospiti + Famiglie
QUOTA SOSTEGNO A DISTANZA: 15 euro/mese

 

CONTESTO

Il Madagascar è uno dei paesi già poveri al mondo, nonostante le sue grandi risorse naturali. L’indice di Sviluppo Umano elaborato dalla Nazioni Unite lo colloca al 164° posto su 189 Stati (stima 2019), 4 posizioni in meno rispetto a cinque anni fa. Le precarie condizioni economiche limitano fortemente l’accesso all’istruzione dei bambini appartenenti alle fasce più povere della popolazione, ai quali viene negata in questo modo la possibilità di riscatto che una formazione adeguata può offrire.

Ancora più penalizzati sono i bambini che vivono nelle aree rurali, in cui sono assenti le scuole e l’unico collegamento con i centri urbani è costituito da strade in terra battuta che durante la stagione delle piogge diventano impraticabili. Ciò obbliga gli studenti a trasferirsi in città durante il periodo scolastico, con serie difficoltà, anche per le famiglie più motivate, a individuare per i propri figli una sistemazione affidabile e a prezzi accessibili. Per questo motivo in queste aree i bambini vengono più facilmente impiegati nel lavoro nei campi o nell’attività di pascolo. Va ancora peggio alle ragazze, spinte a sposarsi presto e a farsi carico della famiglia, senza aver avuto l’opportunità di studiare per costruirsi un futuro lavorativo.

 

 

OBIETTIVI

Attraverso la Casa di Accoglienza Tsinjo Lavitra, l’intervento di MAIS ad Antsirabe intende:

  • offrire a ragazzi e ragazze provenienti dai villaggi rurali l’opportunità di frequentare una scuola cittadina e di essere ospitati durante l’intero periodo scolastico
  • dare accoglienza temporanea a bambini e bambine le cui famiglie attraversano periodi di difficoltà
  • fornire assistenza didattica durante l’anno scolastico
  • assicurare una nutrizione sana, variegata ed equilibrata
  • educare i giovani ospiti all’igiene personale di base, grazie alla disponibilità di acqua corrente e servizi igienici, assenti nelle loro case di origine
  • trasmettere ai genitori le informazioni di base sull’educazione dei figli con il supporto di alcune tirocinanti della scuola per assistenti sociali di Antananarivo
  • offrire occasioni di formazione professionale per gli adulti della comunità attraverso la proposta di attività e seminari svolte nei locali della Casa

ATTIVITÀ

Casa Madagascar_giochi all'interno
  • Accoglienza e cura degli ospiti
  • Assistenza allo studio
  • incontri con i genitori e le assistenti sociali dell’università di Antananarivo sui problemi dell’età evolutiva
  • corsi di formazione professionale rivolti ai genitori e ai ragazzi (lavorazione della soia, vivaio, muratura, elettricità)
  • due campi scuola volti a far conoscere ai ragazzi le ricchezze del territorio in cui vivono
  • corsi di karaté e danza tradizionale aperti a tutta la comunità
  • corsi di musica e strumenti tradizionali in occasione del primo lockdown dovuto al Covid
  • ripetizioni per gli alunni più piccoli e sostegno allo studio per i liceali nelle materie scientifiche e letterarie per l’intera durata dell’anno scolastico

Non sono mancati gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria per rendere la struttura ancora più sicura, funzionale e accogliente:

  • installazione di un cancello automatico per migliorare la sicurezza (2014)
  • realizzazione di docce esterne da mettere a disposizione una volta a settimana dei bambini del quartiere e installazione sul tetto di pannelli termici per la produzione di acqua calda (2015)
  • ristrutturazione di bagni, cucina e refettorio e riparazione dei danni causati dal terremoto (2019-20)
  • rinnovo degli armadi nelle camere degli ospiti, di tavoli e sedie nel refettorio e acquisto di cucina a gas, nuove pentole e utensili per cucinare (2021)
  • risanamento del cortile, realizzazione di canaline per lo smaltimento dell’acqua piovana, pavimentazione e sistemazione di aiuole (2022)

RISULTATI E BENEFICI SOCIALI

L’intervento, avviato inizialmente in locali in affitto, si è consolidato nel 2010 con la costruzione di un edificio dedicato, che ha permesso di pianificare la gestione degli spazi e organizzare le varie attività con gli ospiti della Casa. Gradualmente alcune iniziative sono state estese anche ai bambini del quartiere (docce e distribuzione di abiti, corsi di karatè, di musica e danze tradizionali, ripetizioni…) e ai genitori degli studenti sostenuti a distanza ad Antsirabe, per i quali la Casa è diventata un punto di riferimento e di aggregazione.

Nel 2015, da un progetto di formazione professionale per i giovani, è nata l’impresa MAITA, costituita da alcuni ragazzi della Casa. Al gruppo è stata affidata l’installazione dei pannelli termici e il coordinamento dei lavori di ristrutturazione e di risanamento della struttura: una bella opportunità lavorativa che tuttora garantisce loro un reddito. Ad essi, infatti, è stata assegnata la responsabilità della manutenzione ordinaria dell’impianto fotovoltaico della Fattoria.

 

BENEFICIARI

  • dalla sua nascita la Casa di Accoglienza Tsinjo Lavitra ha ospitato più di 60 studenti
  • i bambini delle zone rurali arrivati alla Casa con problemi di salute dovuti a malnutrizione (rachitismo) hanno ricevuto un’ alimentazione più ricca ed equilibrata che gli ha offerto l’opportunità di riprendersi e di crescere in modo sano
  • le famiglie degli ospiti permanenti della Casa hanno potuto contare sull’accoglienza sana e sulla protezione dei propri figli durante l’intero percorso di studi
  • le famiglie degli ospiti temporanei della Casa hanno avuto modo di dedicarsi con maggiore serenità alla risoluzione dei problemi che stavano vivendo
  • i genitori degli oltre 150 ragazzi di Antsirabe hanno beneficiato o ancora beneficiano del Sostegno a Distanza. Per essi la Casa rappresenta un punto di riferimento e di aggregazione

 

 

Casa Madagascar

Casa Madagascar