Casa Sudafrica

banners-lungo-scarica-dom-adesione1-300x52 chiedi-maggiori-informazioni-300x52

STORIA

Yeoville, nella periferia di Johannesburg, è un sobborgo sudafricano molto povero in cui il tasso di disoccupazione è particolarmente elevato. Il virus dell’HIV/AIDS è inoltre molto diffuso e spesso bambini e ragazzi rimangono orfani prematuramente o vengono abbandonati. La zona presenta un alto rischio di prostituzione giovanile, piccola criminalità e spaccio di droga. In questo contesto, la condizione dei giovani è dunque particolarmente vulnerabile. Per offrire accoglienza all’infanzia, nel 1998 MAIS Onlus ha aperto la Casa Famiglia Saint Christophers presso locali in affitto. Grazie all’aiuto dei sostenitori, nel 2001 la struttura è stata acquistata da MAIS Onlus e ospita oggi 25 ragazzi in condizioni di normalità, oltre a 3 posti per le emergenze. Tutti i ragazzi ospitati sono anche beneficiari del sostegno a distanza finalizzato all’istruzione.


OBIETTIVI

Attraverso la Casa Famiglia Saint Christophers, MAIS Onlus intende:

  • offrire a bambini e ragazzi, orfani o abbandonati, un luogo sicuro e un ambiente familiare in cui possano ritrovare gli affetti perduti;
  • fornire ai ragazzi malati o sieropositivi le cure mediche necessarie;
  • creare le migliori condizioni per permettere l’accesso allo studio come strumento di accesso al mondo del lavoro.

TRAGUARDI

In quindici anni, MAIS Onlus ha garantito accoglienza presso la Casa Famiglia a 77 ragazzi e ha migliorato via via gli standard igienico-sanitari della struttura. In particolare:

  • nel 2014 la pavimentazione e la pittura interna della casa sono state rinnovate;
  • nel 2013 i due bagni sono stati completamente rinnovati e gli impianti idraulico ed elettrico sono stati sistemati;
  • nel 2007 è stato realizzato uno chalet esterno dove ogni mattina si riunisce un gruppo di donne per cucire, mentre nel pomeriggio viene utilizzato dai ragazzi più grandi come aula studio;
  • per offrire una maggiore autonomia ai ragazzi più grandi, nel 2005 è stato costruito un cottage esterno che attualmente è abitato da due studenti universitari che presto si laureeranno in Ingegneria;
  • nel 2004 è stato effettuato un ampliamento per la realizzazione di un’aula studio e di una sala da gioco.

NECESSITÀ

È possibile sostenere la Casa Famiglia Saint Christophers versando mensilmente 15 euro, che contribuiscono alle spese di gestione della struttura. Le spese della Casa Famiglia sono inoltre sostenute destinandovi una parte della quota mensile del sostegno a distanza. Nei prossimi anni MAIS Onlus intende proseguire l’opera di ristrutturazione della Casa Famiglia già avviata. In particolare:

  • l’edificio, articolato in 12 stanze di diversa grandezza, necessita di nuove finestre nella stanza delle ragazze, in quanto quelle attuali non permettono un’adeguata areazione (1.300 euro);
  • i soffitti, che hanno subìto danneggiamenti a seguito di infiltrazioni d’acqua, devono essere intonacati (3.500 euro);
  • per rendere la Casa Famiglia più sicura rispetto alla pericolosità della zona, il cancello d’ingresso con apertura manuale necessita di essere sostituito da un cancello elettrico e la casa deve essere dotata di un citofono (550 euro).

banners-lungo-scarica-dom-adesione1-300x52 chiedi-maggiori-informazioni-300x52