Acqua calda e formazione professionale per i ragazzi in Madagascar

Arte e natura: il programma delle visite e delle passeggiate da ottobre a dicembre 2015
17 Settembre 2015
MAIS Onlus – Estrazione del biglietto vincente per il pallone dell’AS Roma
7 Ottobre 2015
Mostra tutto

Acqua calda e formazione professionale per i ragazzi in Madagascar

Come abbiamo utilizzato il ricavo della vendita dei biglietti della Maratona 2014 nella nuova missione in Madagascar

orto  Acqua calda e formazione professionale per i ragazzi in Madagascar orto donne fattoria madagascar maisonlus2Quest’anno Roberto Grimaldi, ingegnere volontario MAIS Onlus, si è recato in Madagascar per consolidare le iniziative avviate negli anni precedenti, come l’installazione dell’impianto fotovoltaico e di quello idrico.

Il progetto Fattoria Madagascar è attivo ad Antisirabe, un’area del Paese in cui molte famiglie hanno origine contadina ma non dispongono delle risorse necessarie per coltivare la terra in modo efficiente.
Il progetto promuove l’autosviluppo dell’area attraverso il coinvolgimento della popolazione locale nella creazione di nuove opportunità di lavoro che garantiscono un reddito e contribuiscono alla salvaguardia del territorio.

Negli anni scorsi quattro ragazzi del posto hanno seguito con particolare cura e dedizione il lavoro dell’ingegnere, aiutandolo nell’installazione dei pannelli solari.Due di questi ragazzi, Bertrand e Lalaina, sono sostenuti a distanza da MAIS Onlus da oltre 10 anni, mentre Gwladys e Rija si sono avvicinati al nostro progetto per ricevere gli insegnamenti dell’ingegnere.

pannelli solari fattoria madagascar maisonlus  Acqua calda e formazione professionale per i ragazzi in Madagascar pannelli solari fattoria madagascar maisonlusNel corso delle sue missioni precedenti, l’ingegner Grimaldi ha formato questi ragazzi come elettricisti, idraulici e muratori. Nella missione di luglio, invece, la formazione si è concentrata sull’acquisizione di competenze come piastrellisti. Continua quindi il percorso di crescita formativa dei ragazzi. rifacimento docce fattoria madagascar maisonlus(1)  Acqua calda e formazione professionale per i ragazzi in Madagascar rifacimento docce fattoria madagascar maisonlus1

Ciascuno di essi sta gradualmente differenziando le proprie abilità rispetto agli altri: Bertrand si è distinto nel montaggio dei pannelli solari, Gwladysnell’effettuazione di collegamenti idraulici ed elettrici, mentre Lalaina e Rija hanno imparato a guidare il trattore e il pulmino. Lalaina è particolarmente capace anche nei lavori di muratura. Per valorizzare i progressi di questi ragazzi, MAIS Onlus ha rilasciato loro un attestato che li faciliterà nella ricerca di un lavoro.

formazione professionale impianto idraulico elettrico fattoria madagascar maisonlus  Acqua calda e formazione professionale per i ragazzi in Madagascar formazione professionale impianto idraulico elettrico fattoria madagascar maisonlusQuesto percorso formativo ha già dato i suoi primi frutti. I ragazzi hanno infatti partecipato attivamente al rifacimento di due bagni e al montaggio dei pannelli termici sul tetto della casa di accoglienza Tsinjo Lavitra. I pannelli termici hanno permesso a due delle sette docce dell’edificio di disporre di acqua calda. È stato possibile realizzare questo intervento grazie ai molti sostenitori che hanno offerto un loro contributo

attraverso la raccolta avviata in occasione della Maratona di Roma del 23 marzo 2014 che ci ha consentito di devolvere una somma di € 2.570 ai nostri progetti in Madagascar.business delle ricariche telefoniche fattoria madagascar maisonlus  Acqua calda e formazione professionale per i ragazzi in Madagascar business delle ricariche telefoniche fattoria madagascar maisonlus

Durante la sua visita, l’ingegnere ha riscontrato un buon progresso delle attività della Fattoria. Un clima di solidarietà tra i contadini ha contribuito a farli affrontare più serenamente i danni provocati dalle violente piogge di quest’anno. Insieme hanno infatti provveduto alla sistemazione a terrazze di alcuni campi. I contadini hanno anche chiesto a MAIS Onlus di poter acquistare 35 maiali da distribuire alle famiglie, con l’impegno da parte di ciascuna famiglia di restituire un maialino alla cooperativa.

I semi del lavoro degli anni scorsi stanno piano piano germogliando.
Grazie alla disponibilità di energia elettrica, infatti, è stata avviata una piccola attività economica di ricariche elettriche di cellulari: un’attività marginale alla Fattoria ma utile per l’intera comunità, che ne usufruisce in abbondanza e a prezzi modici.

In futuro anche i ragazzi della Casa di Accoglienza, sempre più preparati e competenti grazie agli insegnamenti dell’ingegnere, potranno fornire un contributo all’autosviluppo della zona.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *