Il Sudafrica, conosciuto come “la nazione arcobaleno”, è un Paese estremamente ricco dal punto di vista etnico. A più riprese, tuttavia, episodi di violenza e segregazione razziale hanno preso il sopravvento. Oggi, nonostante la fine dell’apartheid, la povertà, la diffusione del virus dell’HIV/AIDS e i flussi migratori dai Paesi limitrofi continuano ad essere causa di emarginazione sociale. MAIS Onlus è presente in Sudafrica dal 1993 quando, a seguito dell’apertura della prima scuola statale multirazziale, ha dato avvio ad un progetto di sostegno a distanza finalizzato all’istruzione. Dal 1998 MAIS Onlus offre inoltre accoglienza e protezione a bambini orfani e malati presso la Casa Famiglia St. Christopher’s.

SCUOLA Sudafrica

Con 24 euro al mese sostieni un bambino. A Yeoville, sobborgo poverissimo di Johannesburg, la disoccupazione è molto elevata e la diffusione della criminalità rappresenta una minaccia quotidiana. Nei primi anni Novanta, l’African National Congress di Nelson Mandela vi aprì la Yeoville Community School, una delle prime scuole primarie statali multirazziali. Dal 1993 MAIS Onlus sostiene la Yeoville Community School con un progetto di sostegno a distanza finalizzato all’istruzione.

Scopri di più

CASA Sudafrica

Con 15 euro al mese sostieni una comunità. Yeoville, nella periferia di Johannesburg, è un sobborgo sudafricano molto povero in cui il tasso di disoccupazione è particolarmente elevato. Il virus dell’HIV/AIDS è inoltre molto diffuso e spesso bambini e ragazzi rimangono orfani. La zona presenta un alto rischio di prostituzione giovanile, piccola criminalità e spaccio di droga. Per offrire accoglienza all’infanzia, nel 1998 MAIS Onlus ha aperto la Casa Famiglia Saint Christopher’s.

Scopri di più